Siamo nel 2016?

Mai come in questi giorni mi viene spontaneo chiedere “ Siamo nel 2016?

Pensare che questa notte abbiano tentato un colpo di Stato a Istambul, che due giorni fa ci sia stato un attentato a Nizza, quasi sicuramente un attacco Isis, che quattro giorni fa in Puglia si siano scontrati due treni per l’arretratezza tecnologica, mi fa rabbrividire, non tanto per paura, ma per vergogna, per imbarazzo.

Ma vi sembra possibile che, nel 2016, possano accadere colpi di Stato, che gente, in nome di un Dio, che magari non esiste nemmeno, uccida con una crudeltà assurda centinaia di persone, e che due treni si scontrino per la mancata tecnologia, nemmeno troppo all’avanguardia?

Per me questo è assolutamente una cosa inaccettabile.

Colpi di Stato, attentati, presunte guerre di religione, arretratezze tecnologiche  devono rimanere intrappolati nei libri di storia, perché ora siamo nel 2016, nel periodo in cui studiamo la storia per conoscere il passato, per riflettere, ma soprattutto per capire ed evitare gli stessi errori che l’uomo ha fatto in passato, in modo che la nostra società e la nostra epoca sia migliore.

Invece no, guardandoci intorno, specialmente in questi ultimi anni, abbiamo la netta sensazione di avere continui deja vu mentre, con un occhio critico abbiamo la certezza di essere tornati indietro nel tempo.

Ma vi sembra possibile?! Invece di andare avanti andiamo indietro?!

Sara Erriu

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...