Un corso che “apre un mondo”

192 ore di lezione, sei intense settimane, sono il percorso per raggiungere la qualifica di allenatore professionista in quella che è unanimemente considerata l’Università del calcio: Coverciano. E di vere e proprie lezioni universitarie si è trattato, con un pool di qualificati docenti guidati da Renzo Ulivieri, direttore della Scuola Allenatori nonché presidente dell’Aiac, Associazione Italiana Allenatori Calcio. Un team di professionisti che, assieme a noi discenti, ha sviscerato il calcio fin nei minimi dettagli, con una full immersion totale che ci ha portato a “pensare calcio”. Questo l’obiettivo principale del corso allenatore Uefa A, non quello di dare certezze, bensì di instillare dubbi che di volta in volta, nel corso del nostro lavoro ci industrieremo di risolvere con la metodologia e il modo di pensare che ci ha inculcato il corso.

uefa a.jpg

Il tutto seguendo il nuovo indirizzo della nostra Scuola Allenatori: porre il giocatore al centro di tutto, insegnare calcio facendo sì che gli stessi atleti trovino le soluzioni in campo, secondo i principi di gioco. È questa la grande novità del calcio voluta da Ulivieri: lavorare e allenare secondo i principi di gioco e non per schemi, in linea con quelli che sono i dettami europei. Il tutto per favorire la più vasta gamma di scelta per i giocatori che, una volta edotti sui principi stessi, in partita siano in grado di prendere le soluzioni più opportune, a seconda della situazione che si presenta. È chiaramente la metodica migliore, che rimette appunto i giocatori al centro del gioco, e non quella, che pur resta perseguibile e rispettabile, dell’allenamento schematico, codificato, che ha però il limite di essere facilmente leggibile perché sempre uguale. Compito dell’allenatore, probabilmente ancor più fondamentale negli ingranaggi di una squadra, diventa, perciò, studiare le partite, “sezionarle” tirando fuori tutte quelle situazioni di gioco che devono essere allenate, costruendo su di esse le esercitazioni, nel pieno rispetto di quello che è veramente il calcio, cioè uno sport di situazioni.

UEFA TRAINING GROUND TIRO.jpg

Oltre alla gran mole di lezioni di tecnica e di tattica, tenute da Ulivieri, ma anche da Adriano Cadregari, Francesco D’Arrigo, Franco Varrella, Attilio Sorbi, preziose sono state le lezioni di metodologia dei proff. Ferretto Ferretti e Francesco Perondi, così come le nozioni di medicina della dott.ssa Grazia Rubenni, senza trascurare quelle, importanti, di comunicazione e psicologia, tenute dal prof. Felice Accame e dalla dott.ssa Isabella Croce. Una preparazione totalizzante, quindi, che ha sviscerato tutti gli aspetti su cui va a lavorare l’allenatore di calcio moderno, il tutto coordinato dal direttore del Settore Tecnico, Paolo Piani, e dal direttore dei corsi, Antonio Acconcia, che hanno creato l’ambiente ideale per lo studio, facendo intervenire anche illustri relatori quali Luciano Spalletti, che ha parlato dei movimenti della difesa. La platea dei discenti è stata sempre attenta e partecipativa, eccezionali le esercitazioni in campo a cui aderivano, tra gli altri, Sasà Aronica, Fabio Bazzani, Paolo Bianco, Beppe Cardone, Vincenzo Iaquinta, Stefano Morrone, alcuni tra gli ex calciatori dall’illustre passato che hanno partecipato al corso, persone dall’umiltà e dalla disponibilità eccezionali, che non mancavano di ridiventare calciatori e ragazzi quando si trovavano di nuovo in campo con un pallone tra i piedi. Sei settimane di intenso lavoro in cui i docenti hanno trasmesso la loro grande competenza ma, soprattutto, la loro grande passione per questo sport e il loro lavoro. Sei settimane che, parafrasando una frase tipica di Ulivieri, “ci hanno aperto un mondo”.

Raffaele Ciccarelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...